Maddalena Fatica durante una partita dei campionati 2015
Anche la divisione Women ha giocato domenica scorsa (n.d.r. il 17 Aprile 2016) sui campi di Fano.
La classifica finale, dopo la seconda giornata di campionato, non sembra riservare molte sorprese, con le campionesse d’Italia delle Shout di Bologna al primo posto che si confermano la squadra da battere, e le Mirine di Fano, già sfidanti in finale l’anno scorso per lo scudetto, in seconda posizione pronte a dar battaglia, ma la regular season non è ancora finita e potrebbe riservare delle sorprese. Per questo motivo più che alle analisi statistiche abbiamo affidato un commento ad una giocatrice: Maddalena Fatica, capitano delle Mirine di Fano e presidentessa della “U.F.F.A. Fano”, giocatrice che vanta un ruolino di presenze nazionali ed internazionali ricchissimo, sia con le squadre fanesi che nella nazionale Italiana come giocatrice ed allenatrice.
M.S.: Ciao Maddalena, come è andata la seconda tappa?
M.F.:La seconda tappa è andata bene, siamo riuscite a raccogliere 8 punti sui 9 disponibili cosi al momento siamo al secondo posto a pari punti con le Holly Cows che affronteremo nelle fasi finali come ultima partita di round robin. Siamo contente anche perché quest'anno entrambe le due tappe femminili le abbiamo giocate in casa, e anche se giocare e organizzare non è proprio semplicissimo sono state due belle giornate di Ultimate e spero che gli atleti abbiano apprezzato i nostri impianti.
M.S.: Cosa ti aspetti dalle due giornate finali dei CIU 2016?
M.F.:Sono felice per la società di Cremona che ospiterà per la prima volta le finali di un campionato italiano e mia aspetto un weekend intenso di Ultimate e divertimento. L'obiettivo delle Mirine sarà quello di raggiungere la finale come l'anno scorso e poi ovviamente lottare per la vittoria.
M.S.: Cosa ne pensi dello sviluppo dell’Ultimate femminile italiano e cosa diresti ad una ragazza per convincerla a giocare ad ultimate?
M.F.: Se penso che quando ho iniziato a giocare ero l'unica junior in Italia insieme a due mie compagne, mi sembra che siano stati fatti passi da gigante...adesso sono tantissime le ragazze junior che giocano e questo non ha che favorito lo sviluppo dell'ultimate femminile. Quando cerco di invogliare qualcuno a giocare a questo sport dico sempre che bisogna provare a giocarci, è cosi che io mi sono innamorata dell'ultimate, alcune persone si fermano alle apparenze e hanno pregiudizi perché non è ancora uno sport molto diffuso ma quando poi ti immergi in questo ambiente speciale capisci che è diverso da tutti gli altri perché mentre impari a giocare ti appassioni anche a tutto quello che c'è fuori dal campo di gioco

Non possiamo che essere d’accordo con Maddalena sul fascino che esercita questo sport su chi lo prova per la prima volta. Tornando al campionato femminile, alcune squadre devono sparare le ultime cartucce per conquistarsi la parte alta o naufragare nella parte bassa della classifica. Staremo molto attenti, quindi, allo scontro diretto tra Tane Malefiche di Padova e Tequila Boom Boom di Rimini che si giocano il 4° e 5° posto in classifica che varrà l’accesso alle semifinali.
Appuntamento a Cremona, 21 maggio, Centro Sportivo Maristella, Via Sergio Corazzini, 6, ore 10.00 per assistere un altro gran match e all’inizio delle ultime due giornate dei campionati Italiani di Ultimate Frisbee.

Questo sito utilizza dei cookies. clicca qui per maggiori informazioni